Magazzini Sociali – Solidarietà Circolare è realtà

Apprendiamo, con viva soddisfazione, l’esito dell’avviso pubblico per la manifestazione di interesse a presentare progetti finalizzati alla riduzione dello spreco alimentare ad attuazione della L.R. 26/2015.
Non era scontato, in tempo di piena emergenza, porre la dovuta attenzione a progettualità di economia circolare se pure destinati ai concittadini in difficoltà. Ancora meno scontata, era la volontà e la celerità politica di reperire ulteriori risorse tali da permettere, fin da subito, l’ammissione di tutte le istanze progettuali presentate.
All’Assessore Cupparo e all’intera Giunta Regionale, l’apprezzamento ed il ringraziamento per questa puntuale e condivisa visione politica rispetto al tema.
Questa legge regionale, si è sempre caratterizzata per il suo apprezzamento trasversale, da parte di tutti, dalle differenti forze politiche, ai soggetti potenzialmente interessati dentro e fuori il nostro territorio regionale.
Ciò non è frutto del caso, ma di un percorso lungo, rispetto al tema, iniziato nel 2014.
Ancora prima dell’entrata in vigore delle Legge “Gadda” in termini di lotta allo spreco alimentare, in Basilicata, la politica regionale si è interessata all’argomento, affidando, ai potenziali attuatori, la progettazione di questo straordinario strumento.
Attraverso la previsione ed il conseguente lavoro di una specifica “cabina di regia” infatti, che ha incluso anche la nostra associazione, si è arrivati tramite il contributo gratuito di tutti, alla formulazione di un perimetro operativo specifico ed efficiente, capace di fare sintesi rispetto alle reali esigenze rilevate nel territorio.
Di tutto questo ringraziamo Mario Polese per questa apertura della politica al contributo dal basso, per aver mantenuto sempre costante, nell’arco degli anni, l’attenzione rispetto al tema.
Ci ritroviamo ora con diverse progettualità che, coordinate tra loro, mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie, vedranno spuntare, in Regione diversi centri logistici dove recuperare e distribuire ai bisognosi tutto ciò che è eccedenza.
Ci onora particolarmente aver attenzionato ed aver visto apprezzare, una proposta che ha riscontrato, nella nostra città e nei territori di prossimità, la partecipazione dei più grandi interlocutori istituzionali, pubblici, commerciali ed associativi..
Magazzini Sociali – Solidarietà circolare, prenderà forma in un contenitore straordinario, restituito alla città, ovvero l’ex mensa universitaria di Via Racioppi, grazie alla presenza operativa nel progetto, del nostro Ateneo.
Il mondo universitario sarà parte attiva, altresì nei processi di ricerca rispetto al tema, nell’adozione di buone pratiche ( Ateneo ad eccedenze zero) e mediante il coinvolgimento dei suoi differenti organi inclusi quelli di servizio.
Sarà un luogo di sperimentazione, concretezza solidale, sostenibilità e socialità.
L’amministrazione comunale di Potenza, attraverso l’Assessorato alle Politiche Sociali, sarà connesso direttamente all’azione solidale ed avrà modo di fornire risposte ai bisogni emergenziali, attuare percorsi partecipativi e di inclusione, sviluppare strumenti incentivanti per l’economia circolare urbana.
Il progetto sarà altresì attuato in costante e costruttivo coordinamento con la nostra Caritas Diocesana, ottimizzando così la distribuzione di quanto recuperato sul territorio anche attraverso il loro innovativo emporio solidale e convogliando presso il nuovo centro logistico, le eccedenze alimentari e non.
Al magnifico Rettore Prof.ssa Aurelia Sole, ai vertici dirigenziali di Ateneo, all’assessore Fernando Picerno, a tutto il suo assessorato, al Sindaco della città Mario Guarente a Sua Eccellenza l’Arcivescovo Metropolita di Potenza – Muro Lucano – Marsiconuovo Monsignor Salvatore Ligorio ed ai responsabili della nostra Caritas diocesana, un sentito ringraziamento per il lavoro di questi ultimi mesi e per la fiducia dimostrata.
Alla Bcc Basilicata, partner storico della nostra associazione che per primo ha creduto nella bontà del nostro progetto Magazzini Sociali nel 2015, un ringraziamento per aver rinnovato il sostegno anche in questa occasione.
I medesimi sentimenti di gratitudine ed orgoglio li vogliamo riservare ai tanti ulteriori partner di questo progetto. Il loro spessore e lo straordinario contributo che potranno fornire è desumibile dal semplice elencarli. Si ringraziano il Centro Servizi Per Il Volontariato Di Basilicata (CSV), l’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo, l’Azienda Sanitaria Locale di Potenza, l’Ordine Dei Tecnologi Alimentari Di Basilicata E Calabria, Coldiretti Basilicata, Confcooperative Basilicata, ConUnibas Consorzio Università Della Basilicata, il Comune di Satriano Di Lucania, il Comune di Tito, il Comune di San Fele, l’associazione Falchi Della Lucania – Protezione Civile Potenza, la Fondazione Città Della Pace Per I Bambini Basilicata, l’Associazione Di Promozione Sociale “Le Rose Di Atacama”, Auser Volontariato “Comunità Solidale” Di Potenza E.T.S., Auser Volontariato
Tirreno, il C.I.D.I. Potenza, la Coop.Soc. La Mimosa, Slow Food Basilicata, Federconsumatori Potenza, Forcopim, il Forum Regionale Dei Giovani Basilicata.
Potenza è pronta a svolgere un ruolo di protagonista assoluta in Italia ed in Europa, nell’ambito del recupero eccedenze e distribuzione ai bisognosi, in quello più generale dell’economia circolare nonché nell’attuazione di politiche del cibo.
Un ultimo grazie immenso, non residuale, ai tanti volontari che con le loro competenze e la loro passione quotidiana, hanno contribuito, di fatto, a questo successo.
Scriveremo tutti insieme, una pagina bellissima di storia e comunità per il nostro territorio a tutto vantaggio della nostra gente.
Potenza, 29 Aprile 2020.

Francesco Romagnano
Presidente Io Potentino Onlus

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail